In cerca di fantasia

L’inter è ad un passo da Sneijder.
Ad un passo dal fantasista perchè è della fantasia che i nerazzurri credono di aver bisogno per completare una rosa già fortissima.
“Un giocatore lo vedi dal coraggio, dall’altruismo e dalla fantasia” diceva una famosa canzone in uno dei suoi versi.
Ma davvero serve al nostro calcio la fantasia? Davvero è una componente essenziale per raggiungere traguardi ambiziosi?
Se facessimo questa domanda al signor Massimo Moratti, egli non avrebbe il minimo dubbio. La sua risposta sarebbe Sì. Daltronde, come immaginarsi il contrario se si pensi che fin da quando è diventato presidente dell’Inter, egli non ha fatto altro che riporre le sue speranze ed i suoi sogni di successo nella mani, anzi nei piedi del fantasista di turno.
Penso a Benny Carbone, Dell’Anno, Bergkamp, Pirlo, Morfeo, Djorkaeff, Recoba e persino Roby Baggio tanto per fare alcuni nomi.
E ancora adesso il presidente sogna Cassano oppure Sneijder se proprio il barese non può arrivare. La sua voglia di fantasia è insaziabile e chissà quanti fantasisti ancora da qui in avanti andranno a stuzzicare i suoi sogni.
Eppure…
Proviamo a soffermarci un attimo su ciascuno di quei fantasisti citati prima e che hanno vestito i colori nerazzurri.
Ognuno di quelli sembravano essenziali per il gioco dell’inter e alla fine le speranze e le aspettattive dei tifosi sono crollate miseramente nello sguardo freddo e nel mal d’aereo di Dennis Bergkamp, o innanzi al sonno di Morfeo che di certo non sembrava un dio del calcio. Persino Djorkaeff dava ai nervi perchè non riusciva mai ad essere decisivo e faceva rimpiangere quello Zidane scartato perchè meno “fantasioso” di lui. Baggio sì che di fantasia ne aveva, e ne aveva più di tutti ma quelli che capiscono il pallone decisero che il posto giusto per la fantasia fosse la panchina.
Come se la bellezza dell’avere in squadra un fantasista del genere consistesse solamente nell’attesa di vederlo giocare e non nelle sue giocate sul campo. Non faceva tenerezza Massimo Moratti che andava allo stadio con la maglia di Recoba in una triste felicità di poterlo vedere giocare? Lo sapeva che non avrebbe mai visto giocare il suo pupillo se non per qualche scampolo di partita. Eppure quella attesa lo rendeva felice come un bambino e gli bastava così. In fondo poi a provare a vincere ci pensavano gli altri.
Ma allora a cosa serve un fantasista?
Che se ne fa il calcio della fantasia?
E’ il 5 Gennaio 1997. Lo stadio di San Siro sogna la vittoria.
Ad un tratto il portiere respinge un tiro dalla distanza e il difensore in aria tenta di spazzare via la palla ma la colpisce male alzandola a campanile verso il fondo del campo.
In quel pomeriggio signori, io ho visto un uomo alzarsi in volo quanto nessuno può immaginare. E in alto sopra le teste di tutti inventare una spettacolare quanto improbabile acrobazia con la quale colpire la palla che in una straordinaria traiettoria è finita nell’angolino alto ed opposto della porta avversaria. Quell’anno l’inter non vinse nulla, ma solo la giocata di Yuri Djorkaeff ha fatto vincere a ciascuno di noi un trofeo forse ancora più importante: uno splendido ricordo da custodire nel cuore, vera dimostrazione di come calcio e fantasia possano stare insieme.

3 thoughts on “In cerca di fantasia

  • 21 Agosto 2009 at 19:24
    Permalink

    I fantasisti di solito vengono considerati dei giocatori discontinui, gli stessi Beccalossi, Djorkaeff, Baggio, Recoba, e chi ne ha più ne metta…ma quando azzeccano la giocata, resta impressa indelebile tutta la vita.
    Logico che devono essere dei veri fuoriclasse.
    Sneijder se dovesse arrivare è forse più un centrocampista con fantasia, un rifinitore che non uno dei “geni” del calcio…se si vuole un fantasista coi fiocchi, uno come i precedenti menzionati, l’unico è davvero Cassano, non a caso Moratti stravede per lui.
    Io l’avrei preso ad occhi chiusi.
    Ciao.

    Reply
  • 23 Agosto 2009 at 07:23
    Permalink

    La scorsa stagione Milan 74 Siena 44 . Togli al Siena Zuniga, Portanova. Galloppa e Karja: c’è molto da fare i grossi

    Reply
  • 29 Agosto 2009 at 09:24
    Permalink

    Bellissimo l’articolo sui fantasisti dell’inter….speriamo che Snajder riesca a dare un po’ di fantasia alla nostra amata Inter !!!!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*