Nomi e cognomi

Carissimi innanzitutto ci scusiamo per la lunga assenza…

Non è colpa della inevitabile crisi, anzi siamo più interisti che mai, diciamo che per varie vicissitudini ripartiamo oggi con il nostro blog.

La situazione è quella che è, non ci siamo persi niente, anzi, abbiamo perso , e anche troppo.

Si è scatenata una caccia al colpevole senza precedenti, non ricordo nemmeno all’epoca del buon Corrado Verdelli una cosa simile.

Analizziamo allora ad uno ad uno i responsabili delle situazione con una premessa e una chiusura polemica.

PREMESSA:

La premessa è questa: con un minimo di attenzione post triplete avremmo potuto vincere questo mediocre campionato, oggi conteso tra Mesbah e Bonucci per almeno altri 10 anni.

LE COLPE DI CHI SONO? ANALIZZIAMO

SOCIETA’:

La società ha colpe, sono innegabili, dopo esser saliti in cima al mondo e dopo l’addio di Mourinho (pace all’anima sua) non sono stati in grado di avviare un progetto serio investendo a casaccio e soprattutto non trovando valide alternative alle dolorose cessioni necessarie nel nome del fair play finanziario.

E questo è un fatto.

Non mi puoi prendere Benitez e non comprargli nessuno, non mi puoi comprare giovani interessanti senza farli crescere e buttarli nella mischia come il nuovo Eto’o o il nuovo Balotelli, non mi puoi comprare l’asse portante di una squadra retrocessa (Samp) e farlo diventare l’asse portante di una squadra campione del mondo come per magia, non mi puoi sostituire Eto’o con uno scandaloso Zarate e un Forlan mezzo (o tutto) rotto, ma soprattutto non mi puoi comprare Forlan senza sapere che non puo’ disputare le coppe.

E il buon Gasperini??? Gioca con i 3 dietro da quando allena e lo mandate via perchè non gioca con la difesa a 4 dopo 3 partite? Assurdo.

Tutto questo ha dell’assurdo, ma io mi domando possibile che questa squadra anche senza Eto’o e Forlan non riesca a fare più di 1 un punticino contro Lecce , Roma e Palermo, Bologna e Novara in casa?

La risposta è semplicemente no, allora c’è dell’altro

RANIERI

Il vecchio, che nella sfiga ha avuto la fortuna di inanellare una serie di 7 vittorie consecutive, appena raggiunto il risultato record, abbiamo fatto un punto in 7 partite, la colpa è sua e solo sua, eravamo in piena rimonta, battemmo il Milan ( ed è già tempo di usare il passato remoto) a un passo dalle prime due andiamo a perdere a Lecce e mi dici che ci sta? togliendo una punta per mettere un mediano?

Ecco, Mourinho, e anche gli Juventini che lo contestarono rinfacciarono proprio questo, la mentalità, vincente, che Ranieri non ha. Ranieri puo’ salvare il Parma, puo’ far bene in una seconda fascia, ma Ranieri non vincerebbe lo scudetto nemmeno col Barcellona secondo me, dopo Inter Palermo 4-4 lui riusci’ nell’impresa di togliere un Milito in stato di grazia per inserire Zarate e presentarsi ai microfoni dicendo godiamoci lo spettacolo.

Qui Ranieri ha fatto outing, poi dopo essere uscito dalla Coppa Italia, ha perso ancora in modo in degno a Roma e in casa contro Novara e Bologna, e venne Marsiglia, squadra modestissima , partita che potrebbe salvare la stagione e si presenta senza punte di ruolo in campo.

Ranieri bocciato, bocciatissimo! quasi infiltrato oserei dire.

Più volte in questo blog abbiamo caldeggiato la pista Zenga per pieni meriti (ha vinto all’estero quasi ovunque, è competente ed è interista) c’era chi preferiva Capello o Spalletti, andatevi a vedere quanto conta la voglia di vincere , vedi Conte o vedi la totale assenza di esperienza in Allegri, unico allenatore del campionato italiano ad aver vinto ad oggi uno scudetto, e questo la dice lunga.

LA VECCHIA GUARDIA

In molti indicano come indiziati principali la vecchia guardia e la setta di argentini che comanderebbero all’interno dello spogliatoio. Beh se ci riferiamo a Zanetti e Cambiasso ci sarebbe solo da vergognarsi, perchè almeno loro in ognuna delle partite che disputano danno tutto, vengono intervistati solo quando l’Inter perde (fateci caso) mentre quando vinciamo passano da semplici gregari.

E’ chiaro che gli anni passano impietosi, ma sono sicuro che sia Zanetti che Cambiasso e mettiamoci anche Samuel o Stankovic siano a disposizione del mister e della squadra.

Il problema vero è un altro, quali sono le alternative?? voi avreste escluso questi per far giocare chi???

Toccare il capitano che ha la pelle nerazzurra credo sia bestemmia, e toccare non significa che deve avere il posto fisso in campo, anzi’, è giunta l’ora credo , di trovare un alternativa, ma non possiamo incolpare chi a 37 anni corre pure per gli svbogliati 20enni che abbiamo.

I GIOVANI

Li abbiamo, li abbiamo pagati, e abbiamo investito, talvolta anche bene, il nostro settore giovanile è uno dei più promettenti e se prendiamo i singoli, credo che abbiamo i migliori, su tutti Faraoni, bene anche Poli, ma passiamo anche a gente come Obi, Coutinho, Bardi, Crisetig, Stephanovic ora al Toro.

Tutti bravi e promettenti, ma che vanno fatti crescere in un impianto di squadra, non vanno responsabilizzate oltremisura, si rischierebbe di bruciarli.

BRANCA E LA DIRIGENZA

Sono stato uno dei più grandi estimatori di Branca come dirigente, ma dopo l’addio di Oriali, ho capito che forse la sua competenza era valorizzata oltremisura. Io non imputo alla dirigenza le cessioni illustri, potrebbero anche essere state necessarie, e ricordiamoci di aver avuto la fortuna di avere un presidente e una proprietà sempre pronta ad investire, una volta conquistato il mondo si sono fermati, è comprensibile, quello che non è comprensibile è lo sfracello successivo.

La colpa della dirigenza è quella di essersi seduta sugli allori, se cedi Eto’o devi investire in un giovane promettente che abbia già un minimo di esperienza, e questo non è Castagnos, e non è nemmeno Forlan per i motivi sopracitati.

Bocciati anche loro nell’attesa di poter riabbracciare Lele Oriali.

GLI SVOGLIATI

Secondo me è la causa principale dei nostri mali ,e come  da titolo, facciamo nomi e cognomi, premetto che trovo giusta la cessione di un giocatore che chiede di essere ceduto (vedi Motta) ma al prezzo che facciamo noi, senno’ evitiamo di fare i contratti e ognuno fa il cavolo che vuole, detto questo c’è gente che in campo non da il massimo, ma non dà nemmeno un 50% e forse nemmeno un 10%.

Pancia piena?

non lo so, ma ad esempio

JULIO CESAR

che ogni fine partita piange e predica bene non fa una parata da Novembre

MAICON

Il miglior terzino del mondo per distacco , pascola in mezzo al campo, fa il fenomeno e copre male

CHIVU

E’ un capitolo a se’, credo sia il prossimo acquisto del Milan in pieno stile Muntari

SNEIJDER

Se se ne vuole andare se ne vada pure dove vuole, deve solo ricordare che noi abbiamo fatto grande lui e non viceversa, l’impegno ci sarebbe pure ma non puoi pretendere di giocare da solo, prendere palla e scagliarla a mezzo metro dal palo senza mai alzare la testa e mettere un compagno in condizioni di segnare.

PAZZINI

Sembra uno arrivato, a fine carriera, quando dovrebbe essere il primo degli affamati.

Questi tanto per citarne alcuni.

Le colpe sono quindi di tutti o di nessuno? è una situazione che va risolta per rispetto dei nostri colori, contro il Marsiglia in casa potremmo anche riempire lo stadio , ma vediamo di dare la svolta, perchè nonostante tutto e tutti abbiamo la squadra e i nomi per ribaltare la situazione col Marsiglia.

La nota polemica per chiudere: SKY

Sono passato a Sky per sopraggiunti limiti di sopportazione nei confronti di Mediaset premium, nonostante qualcuno mi avviso’ del fatto , ebben si è vero! SKY è allo stesso livello se non peggio.

C’è quel Caressa li’ che non fa altro che trattarci da inferiori, poi i vari Mauro, giornalisti vari e Sconcerti,  e lo speciale sky pre Milan Juve che parte alle 12 fino alle 24 è qualcosa di inaudito vergognoso e scandaloso! e paghiamo 40 € al mese!!! vergogna!

3 thoughts on “Nomi e cognomi

  • 24 Febbraio 2012 at 18:29
    Permalink

    Concordo in tutto, aggiungo tra i salvabili Milito per l’impegno. Il problema di Branca e’ che ha perso la bussola (o meglio, ha peccato di presunzione), non avendo piu’ qualcuno che lo contrasti (Oriali.

    Reply
  • 27 Febbraio 2012 at 04:59
    Permalink

    In questo articolo c’è del vero ma c’è anche un mucchio di cattiveria
    Pazzi è una critica ingenerosa perche lui si impegna, ma se la squadra non riesce a fare un cross a partita el’unico modo di giocare è chiudersi in difesa lui puo far poco… Poi errori come col novara e stasera a napoli potrebbe risparmiarseli…
    Capitolo allenatori, Benitez… Gli hanno dato in mano una squadra che aveva vinto tutto, quindi non il lecce, era lecito aspettarsi che la sapesse guidare meglio, poi gli infortuni a rota non sono un caso… La preparazione conta…
    Semmai gasperini… Von in mano una squadra si gente rotta, bollita.. Lui vuole rinnovare, nuovo modo di giocare offensivamente e col 343 una manna dal cielo, ma i giocatori gli andavano presi
    Criscito
    Naingollan
    Palacio
    E cedere Sneijder invece di eto’o, eccoci qua fuori eto’o, dentro Zarate e una manica di brocchi…
    Ma che razza di fiducia gli dai ad un allenatore?

    Reply
  • 9 Marzo 2012 at 21:54
    Permalink

    Bastava da subito dire che i soldi erano finiti.
    Qualche parametro zero qualche prestito….troppo razionale vero?

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*