Impressioni da Pinzolo

La prima fase del ritiro interista di Pinzolo è terminata.

Ora è tempo di riflessioni:

La squadra e i nuovi arrivi e i giovani

Coloro che sembrano più in forma, manco a dirlo sono i soliti… Wes a centrocampo è il nostro faro, la nostra luce, cederlo sarebbe come darci la zappa sui piedi, l’olandesino è in assoluto il giocatore più insostituibile , molto più di Eto’o o di Messi al Barcellona. Esagero? provate a togliere Sneijder e mettiamoci chi volete li in mezzo, Montolivo o chi altri per lui, poi vediamo chi è che ci dà un minimo di ritmo di cambi di gioco , o di verticalizzazioni , o chi ci velocizza la manovra, chi detta il passaggio, Snejider va a raccogliere, tutti e dico tutti i palloni che passano per il centrocampo e crea gioco, semplicemente INSOSTITUIBILE.

Così come insostituibile (passi la battuta di prima) è il nostro Samuel Eto’o anche lui già in formissima, inutile sprecar parole, come bene stanno anche il nuovo capitano ad interim Deki Stankovic.

C’era molta attesa, forse troppa, per i nuovi.

Alvarez non ha deluso, sembra un po’ avulso dal gioco, ovviamente è presto per dirlo, partecipa poco alla manovra, spesso si incarta provando a saltare l’uomo, ha un piede solo, ma con quel piede , quel sinistro riesce a fare qualsiasi cosa. Il ragazzo ha tempo per crescere vicino ai nostri campioni, e farà strada, i numeri ce li ha.

Castaignos ancora un oggetto non identificato, speriamo sia solo l’emozione di giocare un amichevole estiva con 5000 paganti, ma contro il Mezzocorona, ha sbagliato almeno 3 gol facili facili… per il resto non si è distinto. Di lui si dice comunque un gran bene. Vedremo.

Jhonatan non pervenuto, è arrivato a Pinzolo ancora in fase di recupero per l’infortunio che sta smaltendo, non lo si è visto.

Faraoni: qua c’è puzza di affarone!  Un giocatore che gioca con la tranquillità del veterano, ottima corsa, ottimo calcio e ottima visione di gioco, un terzino che potrebbe farci comodo anche in questa stagione senza aspettare tanto.

Tra gli altri giovani Obi su tutti, ma da tenere d’occhio anche Bardi (il portiere pararigori) Crisetig, Alibec, e i già noti Caldirola e Natalino

Il Mister e la difesa a 3

Ora possiamo dire che non è una prima scelta e quello che volete, ma Gasperini è un tecnico preparato, intelligente, e che fa giocar bene le proprie squadre, tatticamente fu anche benedetto da Mourinho che non trovo’ un allenatore in Italia migliore di Gasperini.

Il rischio sta, più che nel fatto dell’esperienza a certi livelli, nella personalità, lo vedo molto più vicino a Leonardo che a Mourinho in questo, se vieni all’Inter non devi solo saper allenare, ma devi sempre stare sotto pressione, perchè come ben sappiamo al primo mezzo passo falso le prostitute si lanciano verso di te. E se passi falsi non ne fai, le prostitute se li inventano. All’Inter devi essere sul piede di guerra sempre e comunque, e chissà se Gasperini riuscirà a reggere a tutto questo!

Gli assenti il mercato e la supercoppa vicina

Il 6 agosto a Pechino ci aspetta un appuntamento importante.

Sul mercato anche quest’anno c’è stata una sorta di immobilismo preoccupante, visto anche che le avversarie si stanno muovendo bene, addirittura la Juventus comincia a fare qualche acquisto discreto e a cedere sottocosto qualche zavorra tipo Melo.

Il gap secondo me c’è ancora, anche nei confronti del Milan, noi siamo la squadra da battere, con un Milito in forma credo non avremo alcun problema a rivincere il campionato dopo l’incidente di percorso dello scorso anno.

Ma in questo momento vien da pensare ad una situazione simile a quella di inizio campionato scorso, quando il buon Benitez, rammendò i pezzi di una squadra per cercare di farla scendere in campo, se ci mancano 4 o 5 titolari non siamo più quella potenza che esaltavamo prima. Lo si nota ora che argentini e brasiliani stanno disputando la Coppa America.

E se dovesse partire o giocare svogliato Maicon? e se davvero partisse anche Sneijder?? non voglio pensarci, la nostra coperta è abbastanza corta ma ancora tiene! Certo pero’ un colpo di mercato ad effetto ce lo vorrebbe proprio!

E poi Pinzolo e la gente…

Pinzolo è stata sede del ritiro estivo Juventino negli anni precedenti, quest’anno con l’Inter, le strutture di Pinzolo e dintorni,  hanno quintuplicato gli incassi rispetto all’anno scorso. Sono effettivamente stati presi in contropiede, non si aspettavano questa marea nerazzurra ed è per questo forse che alcune cose nel week end finale che ha contato 16.000 presenze , non sono andate proprio lisce come l’olio. Rispetto ai ritiri di qualche anno fa di Riscone di Brunico è sembrato tutto molto più rigido talvolta troppo organizzato tanto da sembrare disorganizzato.

Domenica 17 Luglio c’è chi ha fatto 3 ore di fila sotto le piogge continue,  per entrare al campo sportivo per vedere Inter Mezzocorona, pochi bagni, pochi punti ristoro, file continue per fare qualsiasi cosa. Ma è stato comunque tutto divertente. Il ritiro estivo è un segno di appartenenza, finchè sei li’ respiri , mangi, osservi bevi, giochi, vesti nerazzurro, altro non esiste!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*