Ronaldo, il Fenomeno è tornato a giocare in Italia

Forse i più giovanissimi non lo ricorderanno, ma verso la fine degli anni ’90 c’è stato un giocatore che ha infiammato le tifoserie ed i sogni dei nerazzurri: si tratta di Ronaldo, detto il fenomeno, il brasiliano che per cinque stagioni ha militato nell’Inter, dal 1997-98 al 2001-02.

 

L’ex calciatore era una vero fenomeno: da un lato aveva una capacità di saltare l’uomo che solo pochi fantasisti hanno, dall’altro possedeva anche la concretezza sotto rete che solo pochi centravanti possono vantare. Ed in effetti nella sua prima stagione all’Inter ha mostrato tutte le sue capacità, dando spettacolo con i suoi dribbling e le sue accelerazioni ed arrivando a sfiorare il titolo di capocannoniere nel campionato di Serie A: alla fine del campionato 1997-98 realizzò nel 25 reti, preceduto solo da Oliver Bierhoff, che ne segnò ben 27.

 

Nel 1997 Ronaldo vinse anche il suo primo Pallone d’Oro e chissà dove avrebbe potuto portare l’Inter, se non avesse poi iniziato un calvario pieno di infortuni. Dal primo grave incidente sul campo che ebbe nel 1999, di fatto gli anni successivi all’Inter sono stati costellati di infortuni e ritiri. Fino a che nel 2002, dopo 99 presenze e 59 reti in maglia nerazzurra, si è trasferito al Real Madrid, dove riprese a giocare con una certa regolarità, centrando addirittura un secondo Pallone d’Oro. Dopo cinque anni al Real, è rientrato per un paio di anni al Milan, ma anche qui sono arrivati subito gli infortuni.

 

Insomma, a parte due anni all’Inter, Ronaldo non ha mai avuto fortuna in Italia: perché è tornato allora a giocare proprio nel nostro paese? È semplice: da anni ormai il fenomeno ha appeso le scarpette al chiodo ed è tornato in Italia per giocare al tavolo verde del poker, nel Casinò di Sanremo. E non fatevi ingannare, il brasiliano è venuto al Casinò di Sanremo per scopi benefici: il ricavato del torneo di poker che ha giocato, infatti, è andato in beneficenza.

 

Anche se per scopi benefici, il campione brasiliano è giunto al torneo tutt’altro che sprovveduto: l’ex calciatore infatti non solo conosce tutte le regole del poker, ma ha anche dichiarato di giocare a poker almeno dal 1999. insomma, l’esperienza non gli manca e non è un caso che da qualche mese sia entrato nel team ufficiale dei professionisti della poker room PokerStars, una delle più note a livello mondiale.

 

Ha quindi giocato i diversi tornei internazionali, con alterne fortune ed è quindi arrivato pochi giorni fa a Sanremo per giocare per scopi benefici. E menomale era per beneficenza, perché l’ex calciatore è stato eliminato quasi subito: pur avendo delle ottime carte, la fortuna non è stata dalla sua parte! Avrà tuttavia modo di rifarsi e non è certo un problema per lui, visto che negli ultimi anni la sua attenzione è concentrata sulla sua attività imprenditoriale.

 

E’ infatti presidente di una agenzia di marketing, che ha tra i suoi clienti molti personaggi dello sport, dal pilota Rubens Barrichello, fino al giovanissimo campione Neymar, di cui la società di Ronaldo cura l’immagine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*