A Bergamo in attesa del week end!

Tempo di esami in casa Inter.

Esami importanti che avremmo voluto sostenere un po’ più in la, ma questa banale settimana di fine Ottobre è già decisiva per noi.

Non siamo l’Inter del Triplete, quella che mangiava gli avversari , quella che si è presentata a Barcellona col fuoco negli occhi, o che ha vinto e stravinto tutto quello che si poteva vincere.

Siamo un Inter normale che puo’ comunque riprendere il cammino, e soprattutto cosi’ sufficientemente normale in un campionato normalissimo, da poter vincere il titolo nonostante

tutto e tutti e nonostante la falsa partenza.

L’obiettivo è però solo uno, che più che un obiettivo è una missione: 6 PUNTI in 5 giorni!

Prima si va a Bergamo dove domani affrontiamo la seconda forza del campionato, un Atalanta forte, concreta e serena con ottime individualità e che sa ripartire in velocità proprio come a noi puo’ dar fastidio.

Non faremo turn over perchè non ce lo possiamo permettere, ma sembra proprio che Milito si riprenda il posto da titolare e la sua voglia di dimostrare di essere un titolare potrebbe

essere per noi l’arma in più. Probabilmente a centrocampo rifiaterà il match winner di domenica , Motta, per Stankovic.

Partita non semplice ma da vincere, come non lo sappiamo e non importa, contano solo i 3 punti.

Poi arriverà la partita delle partite contro quelli che da anni ci scaricano addosso tutte le loro insoddisfazioni, fallimenti e reati commessi. Quest’anno non c’è solo un valore etico, quest’anno c’è un importantissima posta in palio, che ci permetterebbe inevitabilmente di ricandidarci come seria concorrente per il titolo.

2 Partite da vincere insieme , Ranieri insieme ai giocatori e insieme ai tifosi che soprattutto al Meazza devono dare una dimostrazione di affetto e calore che più che mai serve in questo momento ai giocatori.

Per tutto coloro che volessero assistere alla partita, si possono ancora  trovare on line  i biglietti per Inter – Juventus su Ticketbis.

4 thoughts on “A Bergamo in attesa del week end!

  • 26 Ottobre 2011 at 14:37
    Permalink

    solo con 6 punti possiamo risorgere. forza ragazzi !

    Reply
  • 27 Ottobre 2011 at 15:51
    Permalink

    appunto …… pensiamo a salvare la stagione che è meglio !

    Reply
  • 8 Novembre 2011 at 19:35
    Permalink

    Non nascodo che si vede che non siamo più la squadra ” dei trionfi “, che si è presa tutto ciò che c’era da prendere, da vincere. Pur essendo gli stessi uomini, gli stessi campioni, non si riesce ad incidere e siamo troppo prevedibili e lenti. Neanche la dea fortuna è dalla nostra parte, perchè non riusciamo a mettere dentro quelle palle che basterebbe soltanto sfiorarle. Poi non parliamo degli arbitraggi, che si accaniscono nei nostri confronti, come fosse una cosa ” decisa a tavolino “, per farci sputare …. il rospo … ( lo scudetto 2006 !!!! )e via con i ” rigori … contro “, tutti dubbi. Sì la Juventus ci ha battuti per 2 a 1 e tutti a dire un gran bene della Juve, che come al solito ha vinto, ma secondo me e sfido chiunque a dire il contrario ” non è squadra da scudetto, non si illudano i tifosi, perchè loro la vedono sempre forte, sempre da scudetto, ma arriverà soltanto terza o quarta. Ha solamente molta fortuna (goebba=c.l).Il rigore che aveva reclamato su Marchisio non c’era nel modo più assoluto, perchè lo Juventino visto nel replay è riuscito a tirare la palla e poi si è buttato per terra e la cosa è molto chiara. Come palle gol, ne abbiamo avute molte di più noi e non siamo riusciti a trasformarle. Pazienza, verrà il giorno in cui la fortuna e la miglior condizione ci aiuteranno a risalire le posizioni che ci competono.

    Reply
  • 13 Novembre 2011 at 11:19
    Permalink

    Purtroppo la partita con la Juve è arrivata in un momento in cui la squadra non c’è o c’è poco.
    Il rigore comunque c’era, per fortuna la Juve ha vinto almeno non si è acceso un “vespaio”.
    Bisogna comunque sottolineare 2 aspetti: con l’Atalanta abbiamo “rischiato” di vincere e di questi tempi non è poco.
    La vergognosa e giusta sconfitta con il Catania deve essere vista in un altra ottica visto che il Catania le ha date a tutti.
    Speriamo solo che la pausa prolungata faccia riposare qualche pedina fondamentale, cosi da riprendere al meglio la guerra sul campo.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*