L’Europeo , Donadoni , Lippi

Riassunto:

L’italia vince il mondiale nell’anno dello scandalo di calciopoli , nel quale sono coinvolti anche Marcello Lippi e suo figlio Davide . L’ Italia vince il mondiale, qualcuno dice grazie a Marcello Lippi, altri dicono grazie alla buona sorte, altri dicono grazie al gruppo.

Fatto è che l’Italia è campione del mondo.

Da quel momento in poi di fronte a quel risultato si sarebbe potuto solo fare peggio, il ct decide cosi’ di prendersi uno o due anni sabbatici, permetteteci di dire un pò vigliaccamente, la nazionale viene affidata a Roberto Donadoni, che ha il difficilissimo compito di dover continuamente reggere il paragone del suo predecessore, di dover fare i conti con una rosa più vecchia e appagata di quella campione del mondo, di dover far fronte ai continui forfeit di vari fenomeni intenti a non voler degnare la squadra della loro presenza, e dell’ombra dello stesso Lippi che , come se spettasse a lui decidere, sarebbe tornato appena avesse voluto.

In questo intervallo dell’era Lippiana intanto un serio professionista come Donadoni, è già stato bisfrattato, dimenticato, e perchè no, anche umiliato; ricordiamoci che è riuscito a qualificarsi per l’euro2008 in un contesto certamente non semplice, e soprattutto dopo un duro ko, è riuscito nell’impresa di portare la squadra ai quarti dove contro una super Spagna (lo abbiamo capito forse dopo) avrebbe sicuramente meritato miglior sorte.

Ora torna Lippi, e dichiara che fosse per lui non avrebbe mai lasciato , bah…

La comparsata Donadoni è già finita , come da copione, e come si sapeva già dal giorno del suo ingaggio, tra le altre cose il tecnico rinuncia alla buona uscita di 500.000 euro , ennesima lezione di stile di un uomo umile , garbato ed educato che forse al calcio italiano avrebbe fatto bene ancora per un po’.

Al di là dell’impopolarità a cui andiamo incontro ci sentiamo di ringraziare Donadoni per il suo operato ma soprattutto per l’immagine con cui ci ha rappresentato.

One thought on “L’Europeo , Donadoni , Lippi

  • 2 Luglio 2008 at 20:29
    Permalink

    Tanto di cappello a Donadoni, per tutte le ragioni che l’autore dell’articolo ha appena esposte.
    Tuttavia, se l’Italia è uscita dall’Europeo, buona parte della responsabilità è proprio di Donadoni: molte, forse troppe scelte sbagliate le ha fatte lui, intestardendosi poi nel non operare cambi sacrosanti (che non sto qui ad enumerare; tanto ormai è acqua passata).
    Sul ritorno di Lippi poi, che dire? Per me doveva dimettersi addirittura prima dei Mondiali, per le note vicende!
    Avrei invece visto bene Capello (che tuttavia non mi è certo più simpatico di Lippi), ma è impegnato con l’Inghilterra.
    Non ci resta che aspettare e sperare.
    Ciao a tutti e, sempre e comunque, Forza Inter !!!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*