Classifica rigori serie A 2008/09 – Come viene distorta la realtà – Capitolo 2

Ci eravamo lasciati qui !

Il campionato è finito, abbiamo portato a termine la corsa a “folle” , in completo relax, eppure abbiamo dato 10 punti a chi si stava giocando l’accesso diretto alla Champions League.

Ovunque in Italia e all’estero è riconosciuta la supremazia interista nel nostro campionato. Ma dagli addetti al settore si fanno sempre allusioni e frecciatine poco sportive oltre che fuori luogo.

Il Milan intanto vende Kakà , e come ammette lo stesso Maldini ( senza Kakà non sono da Champions ) fa capire quali sono le sue attuali intenzioni e ambizioni, il capitano rossonero finisce la carriera tra i fischi della sua curva, se la prende con la società che non l’ha difeso, dal canto suo, l’AD Galliani risponde a mo’ di Veronica Lario con una letterina su un quotidiano, intanto Berlusconi predica in tv che la crisi non c’è ma vende Kakà per colpa della crisi; in panchina va Leonardo senza un minimo di esperienza, che ora deve incassare pure i vari “Vedremo…” di Pirlo e Pato.

Ambrosini non trova l’accordo con la società dopo anni di onorata carriera in rossonero, mentre il primo “colpo” (diciamo colpetto) di mercato ; tale Aly CIssiokho, sfuma dopo averlo dato per ufficiale e dopo aver fatto passare il giocatore per il nuovo fenomeno del calcio mondiale.

DIrei che qualcosina non va in casa rossonera. Ecco subito allora spostare, come ormai consuetudine,  l’attenzione verso di noi, grana Ibrahimovic, grana Maicon!

Apparte il fatto che per Ibra siamo tutti sereni… se se ne va, dice Paolillo, faremo cassa ( e più di Kakà).

Maicon ha dichiarato rimango all’Inter al 100% e il giorno dopo sono comparse le più svariate ipotesi di cessione Maicon. Sarebbe una perdita enorme, ma se si presentasse un offerta folle… potremmo vendere e investire altrove… l’importante ecco… è che non si venda uno come Kakà per 68 milioni e se ne spendano 20 per uno come Cissiokho.

Detto questo appare chiaro che il Milan stia toccando uno dei momenti più bassi della sua storia, quanto meno a livello di entusiamso dei tifosi… e come biasimarli… la cessione di un giocatore come Kakà , uno tra i più forti al mondo , fisicamente integro, giovane, e che non ha mai manifestato la voglia di andarsene, è un colpo che il tifoso di una società che ambisce a qualcosa non puo’ sopportare.

Come spesso capita in queste occasioni accorreva in soccorso milanista qualche giornale o trasmissione sportiva, o giornalista schierato o il caro vecchio Osservatorio (ma che osservano poi???).

Questi dell’osservatorio pero’ sono diventati talmente inattendibili e oserei dire comici , che neanche i giornalisti di mediaset e i milanisti più faziosi riescono più a stargli dietro.

Pare infatti che secondo la classifica definitiva di questo ente ,o non so cosa esso sia, diventato famoso (guarda caso) solo per la classifica che emette a casaccio basta che venga penalizzata l’Inter….

Ebbene secondo l’osservatorio, udite udite….

Milan campione d’Italia senza le sviste arbitrali.

ma non è finita! Inter ai preliminari di champons! AH ah ah ah!!

Considerando che abbiamo chiuso con 10 punti sopra, ce ne avrebero dati 10 loro , gli arbitri hanno inciso per 20 punti in questo nostro  campionato.

Stupenda….

Per dovere di cronaca, mi piacerebbe solo finire il discorso iniziato tempo fa sui rigori.

A fine campionato il Milan ha avuto 12 rigori a favore, piu’ di tutti, e di questi 12 rigori, magari cercatevi qualche video su you tube almeno 8 sono stati regalati (nonchè decisivi).

5 i rigori conto, parziale di + 7.

Per noi 4 rigori a favore e 0 contro, parziale +4.

Classifica rigori concessi a favore e contro:

  • Milan 12 – 5
  • Udinese 12 – 8
  • Genoa 8 – 4
  • Reggina 8 – 10
  • Roma 7 -3
  • Torino 7 -7
  • Bologna 7- 8
  • Juventus 6 – 1
  • Catania 6 -3
  • Sampdoria 6 – 6
  • Lazio 5 – 7
  • Inter 4 -0
  • Cagliari 4 – 4
  • Siena 4 – 5
  • Fiorentina 4- 6
  • Palermo 4 – 7
  • Chievo 4 -11
  • Napoli 3 – 7
  • Lecce 3 – 8
  • Atalanta 1 – 5

Quindi il Milan e l’Udinese sono le squadre che hanno avuto più rigori di tutti.

L’Inter 4 rigori a favore al quart’ultimo posto in classifica.

Vero è che non abbiamo subito rigori contro ma se vediamo i parziali, siamo a + 4 come la Roma ,  mentre il Milan a +7 e Juventus a +5.

Ovviamnete sono solo numeri poi le varie valutazioni a quanto sembra sono molte soggettive, come soggetivo è il mio modo di vedere i 12 rigori molto generosi assegnati al milan.

Fatto è che anche gli 84 punti conquistati sono numeri come numeri sono i 74 di Juventus e Milan.

43 risposte su “Classifica rigori serie A 2008/09 – Come viene distorta la realtà – Capitolo 2”

ammetto che è strano non avere rigori contro in un’intera stagione, ma dico anche che la juve e nella stessa situazione, perchè l’unico rigore contro lo ha avuto sul 4-0 contro il Genoa, ergo, non conta nulla.

però della juve non dice niente nessuno.

come direbbe Mou, questa è prostituzione intellectuale.

Anche io nel mio blog ho trattato lo stesso argomento

Eh giá…ci risiamo….a distanza di quasi 3 settimane dalla fine del campionato c’ é ancora chi scrive articoli sulla legittimitá dello scudetto appena vinto dall’ INTER.
Lo scudetto dei fischi sbagliati: Milan campione senza errori arbitrali
Inter solo quarta dietro a Juve e Fiorentina.
17/giu/2009 12.29.40

Il Milan ha vinto lo scudetto. L’Inter gioca i preliminari di Champions. La Fiorentina entra direttamente nell’Europa che conta. I verdetti del campionato appena concluso sono questi. O perlomeno lo sono se letti in controluce con quanto è emerso dal’ultimo studio dell’ «Osservatorio sugli errori arbitrali nel Calcio» preparato da Virtualclass, il marchio che da sette anni mette gli arbitri sotto al microscopio assieme all’Adiconsum.Insomma, Milan campione. E con lo scudetto sul petto, chissà, Ancelotti forse sarebbe rimasto e con lui Kakà. E magari Mourinho sarebbe andato via dopo una stagione fallimentare. Insomma, un piccolo terremoto che secondo lo studio trasforma l’arbitro nel «vero Special One, in grado di condizionare il risultato di una partita»… Secondo lo studio, l’Inter avrebbe beneficiato di 11 punti in più grazie alle sviste dei direttori di gara, perché «continua a godere della soggezione psicologica arbitrale del dopo Calciopoli».. Il Milan reclama invece 8 punti mentre il ‘risarcimento’ alla Juve recita 4 punti. Alla Fiorentina sarebbero stati scippati 7 punti. In coda, pur cambiando l’ordine delle retrocesse, la situazione sarebbe identica. In totale, i punti ‘spostati’ dagli errori arbitrali sarebbero 258 per la stagione 2008-2009, contro i 255 di quella precedente. Come dire: quando sbagliano i nostri arbitri mantengono lo stesso ritmo. Le partite alterate in totale sarebbero state 180, addirittura il 47% dell’intero campionato. E, ancora: gli errori hanno interessato il 90% delle squadre, con 37 arbitri su 39 (95%) coinvolti.Lo studio ha preso in esame i casi «che impattano immediatamente sul risultato, cioè quelli relativi alle situazioni da gol/non gol segnalati dalla maggioranza dei media», spiega Luciano Lupi, presidente di Virtualclass. E la bilancia pende decisamente sulla casistica del rigore/non rigore che raccoglie il 62% delle sviste. Al secondo posto c’è il fuorigioco (25%), seguito dai gol viziati da azione fallosa (12%) e da quelli fantasma (1%).
Non mi ricordo tanto accanimento in passato come mi ricordo ancora meno tutte queste presunte classifiche virtuali fatte con poca logica e molto cuore che ogni settimana appaiono sistematicamnte sui giornali .
Peró ricordo il gol annulato a Turone, il rigore dato a Catanzaro all’ultima giornata a favore dei rubentini per non parlare poi della famosa partita Juve-inter del 98 (dove la cosa meno scandalosa é stato il non concedere il rigore a Ronaldo…guardate il resto !!!); ricordo ancora i gol non convalidati a Empoli e Bologna ( determinanti per lo scudetto!) dopo che la palla aveva varcato almeno di un metro la linea di porta e potrei stare qui a ricordare ancora un lungo elenco di favori !
Ma la cosa bella é che chi crede di piú a queste classifiche sono proprio quelli che hanno rubato di piú di tutti durante gli anni passati, che accusano l’ INTER di complotto, che rivogliono indietro i due scudetti perche li sentono legittimi…vinti sul campo “onestamente” !
Un tifoso rubentino commenta cosí l’ articolo : ” interessante…ma non sorprendente 😀 ” e un’ altro aggiunge ” Voler quantificare numericamente i danni o i benefici degli errori arbitrali è parecchio difficile e contiene molti più elementi di soggettività di quanto non si voglia far passare. Ma dal punto di vista delle tendenze, è invece assai interessante vedere come l’Inter sia stata sistematicamente avvantaggiata. In questo senso la ricerca statistica diviene interessante.Dei vantaggi ricevuti dall’Inter ci eravamo accorti anche senza questi dati, ma di sicuro è un buon modo per diffonderli in giro e dare una patente di “credibilità statistica” ai nostri argomenti… noi juventini che siamo spesso tacciati di essere parziali e rancorosi ”
La (presunta) verginità ritrovata ????
DA CHE PULPITO VIENE LA PREDICA !
http://grazieadiononsonorubentino.blogspot.com/

4everdelirante: il fuorigioco di Turone era fuorigioco perchè, all’epoca, essere in linea con l’ultimo uomo era considerato fuorigioco. Il rigore al 90′ a Catanzaro era sacrosanto, parata del difensore sulla linea di porta su tiro di Paolo Rossi. Il rigore su Ronaldo a Torino era nettissimo, ma mi sembra appena il caso di farti notare due particolari, sicuramente insignificanti dal tuo punto di vista: 1) prima dello scontro diretto eravamo già avanti in classifica; 2) al momento del rigore non dato stavate già sotto 1-0, gol di Del Piero, quindi vi è stata negata l’opportunità del pareggio. A parte ciò, sono 11 anni che rompete le palle con questa storia, non vi sembra che sia passato un bel po’ di tempo e che Guido Rossi vi abbia abbondantemente risarcito? Se vogliamo parlare di calcio in maniera serena e corretta non si può discutere sul fatto che avete vinto perchè avete la squadra più forte, così come è indiscutibile che la Juve di Lippi, in entrambe le gestioni, era tecnicamente e caratterialmente di un altro pianeta; se poi vuoi parlare di “rubentini”, di schede telefoniche e di Moggi allora lasciamo perdere.

Siamo alle solite: la Juve di Lippi era tecnicamente e caratterialmente di un altro pianeta…..?
Come adesso la sua Nazionale, con Iaquinta titolare quando fa la riserva alla Juve, Cannavaro a tutti i costi, nonostante la sua stagione disastrosa, mentre il pari età Materazzi (ottimo quando chiamato in causa), pur riserva come Iaquinta, resta a casa, Gattuso fermo da mesi eppure convocato, una difesa che ha dimostrato (anche con Chiellini, Legrottaglie, Zambrotta e Grosso) limiti elementari mentre Barzagli non si sa che fione abbia fatto, Santon e Gamberini vengono convocati per fare panca, solo alla fine si da fiducia ai Dossena e Pepe, sempre in panchina Palombo e altri volenterosi ma buoni giocatori, mentre Camoranesi e Pirlo partono sempre titolari, e poi si lasciano a casa i Cassano e i Pazzini, i D’agostino e i Di Natale; sarebbe bastato segnare all’Egitto per non andare all’arrembaggio del Brasile e farsi fare 3 gol in otto minuti…..!!!!

Vabbè, stai a vedere che avevamo una squadra di morti di sonno… Non si può confondere quella Juve, o la Nazionale che havinto in Germania con quellache ha giocato nella Confederations, è sin troppo facile dare addosso a questa Italia e al suo allenatore. Fossi stato in Lippi, vista anche la strafottenza dei convocati (visto quel bidone di Palombo come faceva finta di incazzarsi davanti alle telecamere?) avrei fatto solo esperimenti e giocato con Pellissier, Mascara e Galloppa: almeno avevi la scusante degli esperimenti. Lippi, attualmente, sta prendendo la stessa deriva zemaniana: 4-3-3 e non si cambia, anche se vedi che il centrocampo non sta in piedi e la difesa balla. Ha la fissa su questo gruppo (anche se, confesso, i vari D’Agostino e Pazzini mi fanno venire i brividi, mentre mi risulta che Di Natale sia ancora rotto) ma spero che sia una persona ragionevole e guardi al campionato prima di scegliere i 23 per il Mondiale. Totti si è chiamato fuori, Del Piero è vecchio, ma non può non chiamare nemmeno Cassano perchè così non si vede un assist. Se Amauri, ad esempio, diventa italiano e ricomincia a giocare come sa, può ancora intestardirsi con Toni? Se Balotelli e Giovinco finalmente si affermano possiamo ancora vedere i Pepe e i Quagliarella? Zambrotta e Gattuso sono adesso giocatori imbarazzanti e giocheranno l’anno prossimo in una squadra ancora più imbarazzante, che ha perso Kakà, non ha un portiere, ha rinnovato il contratto a Favalli e punta su un terzino col mal di denti ed un cicognone che non beccherà una palla in Italia. Le possibilità che si mettano in luce l’anno prossimo sono minime. E Pirlo? Se l’anno prossimo dovesse andare al Chelsea e, vista la sua straordinaria velocità d’azione, trovarsi in panchina fissa dopo due partite, come fa a convocarlo? Io continuo ad essere fiducioso in Lippi, non rivinceremo il mondiale ma non faremo una figuraccia perchè alla fine farà delle scelte logiche e condivisibili. Lippi non ha mai vinto per caso.
P.S.: se la nostra difesa per l’anno prossimo sarà con Buffon e davanti a lui Cannavaro, Chiellini, Grosso (o Dossena) e Grygera (o Zebina) a destra, ed i giocatori sono quelli visti in queste tre partite, dovremo metterci davanti alla tv con i santini ed il rosario. Vi va tutto bene.

credo che il modo migliore sia contribuire alla discussione senza offendere nessuno. io mi chiamo gianluca, scrivo da pisa e tifo per la juve. io credo che i discorsi li porti via il vento e che i numeri sono quelli che restano. detto questo, io chiedo a voi interisti una cosa semplicissima: a parte cio’ che e’ successo in italia e che come vediamo i tribunali seri stanno smentendo, io vi chiedo, come mai voi interisti dite che in italia siete sempre stati derubati dalla juve in primis ed anche dal milan, quando in europa avete sempre fallito? voi sostenete che in italia juve e milan vincevano scorrettamente, ma queste due squadre vincevano anche in europa, mentre voi a parte una sporadica occasione, quando vi va bene agli ottavi. il milan ha vinto tante coppe, la juve di meno ma ha fatto tante finali,  che tecnicamente vuol dire squadra fortissima anche se non la piu’ forte, ha vinto la champions e l’intercontinentale. juve e milan hanno battuto in casa e fuori bayern, manchester, arsenal, barcellona, ecc… la finale del 2006 e’ stata giocata da quasi tutti juventini ed ex juventini, l’inter in europa non ha mai battuto una grande, anzi spesso nemmeno le piccole. insomma, come mai se eravate cosi’ forti in italia, in europa uscite sempre tra arance e risse vergognose, mentre le altre italiane vincono o ci vanno molto piu’ vicino di voi? spero che qualche interista mi dia una risposta sensata e soprattutto educata.
grazie

Gianluca innanzi tutto benvenuto…
Tu puoi avere tutte le ragioni di questo mondo, quelli che dici sono dati di fatto, e a me piace molto parlare con fatti alla mano.

Ma un fatto che tu ne voglia o no è che Moggi possedeva schede svizzere attraverso le quali interloquiva con arbitri di serie A. E’ un dato di fatto che Moggi influiva su designazioni , convocazioni in nazionale , mercato e di conseguenza anche su gli arbitraggi stessi, alcune telefonate lo testimoniano.

Questo è un dato di fatto, potevate vincere senza barare? forse, di sicuro avete vinto in modo scorretto, questo è un fatto. poi con i se possiamo andare avanti una vita, noi venivamo derisi una volta per questo… quando dicevamo se De Santis non arbitrava Inter Chievo avevamo vinto lo scudetto nel 2002… se l’anno del rigore di Ronaldo non capitava un episodio clamoroso a partita in favore vostro avevamo vinto lo scudetto…

io sono d’accordo in parte. possiamo tranquillamente discutere su due piani. sul piano “calciopoli” io non so tu che lavoro faccia nella vita, ma credo che ne’ io ne’ te abbiamo delle competenze tali da comprendere a fondo la giuridicita’ di quello che e’ successo. pero’ e’ evidente che molto di quello che e’ stato amplificato dai giornali e molti dei capi d’imputazione per cui la juve e’ stata punita stanno cadendo uno dopo l’altro nel processo di napoli. un esempio su tutti: sembrava scontato che moggi avesse chiuso paparesta nello spogliatoio e dopo ben tre anni e’ stato smentito, senza che la notizia sia stata messa in risalto come invece era successo prima. e cosi’ via, in un processo in cui come non potrai negare uno dopo l’altro sono assolti tutti… allora dov’era questa associazione se sono tutti assolti, tranne de santis, punito per lecce fiorentina? e poi per concludere questa prima parte ti faccio una domanda. non e’ illecito giocare tantissime partite con un calciatore con passaporto non regolare? eppure e’ stato punito solo oriali. e perche’ allora non e’ stato punito solo moggi, visto che lui per la juve a livello societario non aveva potere di rappresentanza e di firma, che spettavano solo a giraudo? io con credo che moggi sia un santo, ma credo che come accade in ogni campo, anche politico… non esiste un solo cattivo e tutti buoni, ma probabilmente esiste un sistema in cui tutti sono piu’ o meno furbetti e via via i piu’ scaltri emergono in un sistema che comunque non e’ certo pulito. un esempio per tutti, la rielezione di matarrese o il ritorno di andreotti… ma non e’ questa la parte che mi interessa, perche’ ti ripeto, ci porterebbe in un discorso troppo complicato. ma io insisto sul mio precedente post. tu sottolinei alcuni casi io te ne potrei sottolineare tanti altri meno enfatizzati, ma io parto da un altro presupposto, se una squadra e’ forte in italia deve eserlo per forza anche in europa. per forza. puo’ vincere o non vincere, ma una squadra che e’ forte nel suo campiontao deve almeno in parte diimostrarlo anche in europa. prendi qualsiasi paese, manchester, chelsea, liverpool, real, barca, bayern, ecc sono storicamente forti sia in patria che fuori. ed anche in italia, io sono nato nel 1973, ho quasi sempre visto vincere juve e milan e guarda caso juve e milan sono le squadre che hanno fatto piu’ finali, la juve 7 ed il milan 8, che hanno dato piu’ giocatori alle nazionali, che hanno vinto piu’ palloni d’oro, la juve nell’82 ha dato SEI TITOLARI alla nazionale campione del mondo. allora ti prego di rispondermi con tranquillita ma di rispondermi a questa semplice domanda. perche’ secondo te l’inter in italia era forte e doveva vincere, mentre in europa ha ottenuto meno risultati della steaua di bucarest, che ha fatto due finali? grazie comunque per la cortesia

Guarda secondo me sbagliate proprio qui…

sul fatto che vi appellate a non so che e non so cosa… cavilli giuridici burocrazia, siamo in Italia, ed è scontato che alla fine uscirete per cosi’ dire “puliti” perchè troveranno quel vizietto formale o qualche appiglio che invaliderà il tutto, ma io quelle intercettazioni le ho ascoltate, e mi basta quello per capire quanto marcio c’era nel vostro sistema. Gli scudetti? riprendeteveli pure… contenti voi…
Detto questo i più delusi e i più penalizzati sono stati gli stessi tifosi Juventini che rimangono col dubbio o la certezza che gli scudetti li avrebbero potuti vincere lo stesso…  Cosi’ come noi rimaniamo col dubbio e con la certezza che in certe occasioni con arbitri non del clan di Moggi i risultati delle partite sarebbero stati diversi.
Stessa certezza che ci spinge a pensare che gli scudetti farlocchi della Juventus non si limitano a 2 ma credo ce ne siano un altro paio.

non hai risposto alla mia domanda. perche’ secondo te l’inter in italia era forte e doveva vincere, mentre in europa ha ottenuto meno risultati della steaua di bucarest, che ha fatto due finali? se una squadra e’ forte in italia deve esserlo per forza anche in europa. per forza. puo’ vincere o non vincere, ma una squadra che e’ forte nel suo campiontao deve almeno in parte dimostrarlo anche in europa. prendi qualsiasi paese, manchester, chelsea, liverpool, real, barca, bayern, ecc sono storicamente forti sia in patria che fuori. ed anche in italia ho quasi sempre visto vincere juve e milan e guarda caso juve e milan sono le squadre che hanno fatto piu’ finali di champions, la juve 7 ed il milan 8. te lo chiedo di nuovo, perche’ l’inter di moratti in italia secondo voi era cosi’ forte mentre in europa e’ sempre stata mediocre ed e’ stata relegata al ruolo di gufo nei confronti di juve e milan? mi puoi dare delle motivazioni tecniche?

ma guarda…

noi abbiamo 2 coppe dei campioni…. come voi, solo che noi abbiamo molte meno partecipazioni.

riconosco i meriti e le fortune milaniste, ma la juve in europa era poco più del nulla… avete 2 coppe, una sappiamo tutti come l’avete vinta, e una ai rigori. per cortesia…

noi quando in italia non si poteva vincere facevamo la uefa e 3 coppe le abbiamo vinte, quando ancora la uefa era considerata una coppa di livello europeo.

fa una proporzione, tra scudetti vinti e coppe e vedrai che quelli che in europa non contavano nulla non eravamo noi, poi estendi questa proporzione anche ai piu’ grandi club europei come il real il barcellona, il bayern il manchester e vedrai che chi ha conquistato piu’ titoli in patria ha anche molte piu’ coppe di voi

io non mi permetto di giudicare la storia dell’inter, che e’ stata una grande squadra senza dubbio negli anni 60, ma di parlare del confronto tra l’inter degli onesti di moratti e quella di moggi. moratti e’ arrivato nel 1995, quando l’anno prima si e’ salvata all’ultima giornata dalla retrocessione con un punticino sul piacenza, e moggi qualche anno prima.  entrambe le squadre hanno partecipato allo stesso numero di champions league, poiche’ grazie ai risultati ottenuti da juve e milan anche l’inter pur arrivando spesso terza o quarta vi ha potuto partecipare. ebbene, stesso numero di partecipazioni  ma la juve l’ha vinta nel 1996 ed ha fatto altre tre finali, oltre a vincere un’intercontinentale, mentre nello stesso periodo l’inter ha vinto solo una coppa uefa.  quindi come vedi stesse partecipazioni ma zero vittorie contro stesse partecipazioni ma una vittoria piu’ tre finali piu’ l’intercontinentale. ma il punto non sono le vittorie, ma in generale l’immagine. sarai d’accordo con me che 4 finali, anche se, ahime’, non sono vittorie, indicano senz’altro che una squadra e’ piu’ forte senz’altro di una che non supera quasi mai il girone eliminatorio… altrimenti secondo il tuo ragionamento l’anortosis ed il manchester sono uguali perche’ nessuno ha vinto la coppa… e poi io da quando c’e’ moggi in europa ho visto la mia juve battere in casa o fuori il manchester, l’arsenal, il liverpool, il bayern, il barcellona, il real, ha vinto la supercoppa europea nel 1997 per 6 a 1, l’intercontinentale, ecc… insomma tante belle serate. l’inter degli onesti non ha mai battuto in gare ufficiali di andata e ritorno, nessuna di queste squadre. se poi per voi una coppa uefa nel 98 equivale a 4 finali di champions, un’intercontinentale e 9 giocatori in una finale di coppa del mondo, beh a questo punto sono i numeri che parlano.  l’inter fino alla fine degli anni ’60 e’ stata senz’altro una squadra fortissima, ma ormai e’ solo una ex grande, come benfica, honved, ipswich town, nottingham forrest. squadre che vincevano quando la tv era in bianco e nero. mi dispiace amico mio, ma credo proprio che, a parte gufare gli altri e godere delle sconfitte altrui, tu non proverai mai un’emozione come quella notte dell’olimpico quando alzammo la coppa dalle grandi orecchie o quel mattino di dicembre quando alzammo l’intercontinentale.  e, anche parlando di singole serate, non vedrai mai la tua squadra espugnare l’old trafford, il bernabeu, il nou camp o l’arena di monaco. al limite riuscirai a pareggiare a cipro in extremis… la juve negli ultimi due anni e’ senz’altro inferiore a inter e milan, ma io sono nato nel 1973 e vivo di ricordi miei, tu a meno che non sia nato nei primi anni 60, vivi solo di sogni e fuori dall’italia non vincerai mai, pronto a scommettere.

ps anche noi abbiamo tre coppe uefa come voi, vinte quando contavano qualcosa, non come voi che l’avete vinta nel 98 quando le prime della classe andavano in champions. e siamo stati la prima squadra a vincere tutte le coppe. ripeto, fammi un fischio quando riuscirete nella titanica impresa di arrivare ad un quarto di finale o quando riuscirete a strappare un pareggio a valencia, sara’ almeno un inizio verso figure per voi piu’ onorevoli. spero che, visto il tenore del dibattito, tu mantenga la discussione su dati tecnici e non su un piano offensivo o da bar.

“”e poi io da quando c’e’ moggi in europa ho visto la mia juve ….”””
ma secoondo te davvero qualcuno pensa che i giocatori acquistati (o ricettati a seconda delle interpretazioni) con i noti metodi mafiosi tramite la gea fossero forti solo nel campionato italiano????…..chessò io….rubare cannavaro all’inter forse non era utile per vincere in europa??
…..
mah!

sinceramente fatico a capire il tuo ragionamento gianluca…..
…..mi sembra che canalizzi la tua memoria solo verso ciò che è propedeutico al tuo ragionamento……….
sicuramente così facendo avrai sempre ragione….
…certo “la verità” è fatta tutto in un altro modo però…..

Hu-Ha, tu sei uno dei pochi non su questo sito, ma in tutta Italia ad ammettere che la Juve dell’epoca era fortissima,  sentire gli altri sembra che fossimo il Gallipoli. Cannavaro non ve l’abbiamo rubato, primo perchè ve lo tenevate in panchina, secondo perchè avete accettato lo scambio con Carini da soli. Se ve l’abbiamo rubato perchè Moggi tlefonava a Cannavaro, allora voi avete rubato Chivu e Mancini alla Roma perchè avete fatto la stessa cosa, o sbaglio? Vorrei far notare a Gianluca che il paragone Moggi-Oriali non regge perchè dalle intercettazioni è venuto fuori che il nostro ad Giraudo, ossia il legale rappresentante della società, era a conoscenza di tutto, mentre non ci sono prove che sia avvenuto lo stesso con Moratti (lo si può supporre, con poche possibilità di errore, ma non ci sono prove). Allo stesso modo vorrei fare osservare a Hu-Ha che, se come lui stesso ha osservato, avevamo dei grandi campioni, come si può parlare di furto in termini di valori tecnici? Noi per vincere non avevamo bisogno di una testa di cazzo che si mettesse al telefono, la Juve – intesa come squadra, tifoseria e, in parte, società – alla fine è più vittima inconsapevole degli intrallazzi del capostazione che effettiva beneficiaria (sempre perchè non ne avevamo bisogno):

su moggi sfondi una porta aperta….sono quindi i tuoi compagni di fede ai quali devi spiegarlo……sono loro quelli della “triade non si tocca”!!
….io aprirei un inter club luciano moggi  per tutti danni che vi ha provocato…..
^__*
….trovo sorprendente però la mistificazione che fai della vicenda cannavaro…..
come tutti sanno ed è stato ampiamente dimostrato, da noi stava in panchina perchè, istruito dal vostro lucianone, si fingeva malato o indisponibile……
quindi perchè fingere che non sia così??????
…bho!

Cannavaro stava fuori perchè non giocava bene, che poi abbia simulato anche infortuni è stato un escamotage per tirare sul prezzo e farvi accettare lo scambio del secolo. E’ un fatto avvenuto successivamente, non è che Cannavaro sia mai stato per voi un pilastro insostituibile, anzi… In ogni caso, e su questo non mi hai risposto, ciò rientra nelle pratiche (scorrettissime) che utilizzano tutte le squadre per accaparrarsi un giocatore alle condizioni più favorevoli, come l’Inter ha fatto con Chivu e Mancini. ora che mi ci fai pensare, anche Suazo (non si è capito con quali benefici per voi) lo avete scippato al Milan, a cui Cellino lo aveva già venduto. O sono tutti furti o non lo è nessuno non si può usare un metro di giudizio diverso a seconda di chi abbia messo in atto il comportamento scorretto. Tanti juventini fanno i “negazionisti” perchè vedono gridare allo scandalo su tutto ciò che ha fatto Moggi, anche quando si tratta di modi di agire all’ordine del giorno.

Cannavaro stava fuori perchè non giocava bene??????
(questa tesi è ridicola per chi seguiva l’inter….è degno di “j29ro.com” o “giùlemanidallajuve.it”…..)
….chivu???? mancini???? suazo?????????
non riesco davvvero a trovare un solo punto in comune tra questi casi e il fattaccio cannavaro!…i nostri tre sono stati regolarmente comprati dopo aver raggiunto un leale accordo con giocatore e società…..(chivu oltretutto stra-pagato visto che si poteva prendere gratis dopo 6 mesi!)
..
“”ciò rientra nelle pratiche (scorrettissime) che utilizzano tutte le squadre per accaparrarsi un giocatore alle condizioni più favorevoli””
mi sembra che, nel voler sostenere queste tesi, stai prendendo una deriva davvero troppo qualunquistica……
il perchè è di facile deduzione…..
il classico ed italianissimo “così facevan tutti”….pensiero che evidenzia e riassume in sè il peggio del nostro popolo…
forse vi siete assuefatti alle irregolarità…..il dover spalleggiare l’operato della gea o della cupola moggiana per tanti anni vi deve aver completamente anestetizzato il senso di lealtà sportiva….
ma fortunatamente non è così per tutti…..
^__*

AVANTI INTER!!!

UNICA FORMA DI OPPOSIZIONE IN UN PAESE SENZA ANTICORPI!!!
(cit. a.verdi)

Eh no, mi dispiace, stai raccontando una verità a senso unico. Cannavaro andava spesso in panchina perchè gli veniva preferita la coppia Materazzi-Cordoba, gli infortuni veri o presunti e le telefonate sono arrivate dopo. In ogni caso, avete accettato uno scambio col peggior portiere del mondo o quasi senza nessun fucile puntato alla testa, diciamo che più di uno scippo si è trattato di una donazione. Non sono tesi da siti juventini, avete gridato al furto dopo, quando vi siete resi conto di avere sbagliato nella valutazione del calciatore, ormai visto come un peso (ripeto, al di là degli eventuali finti infortuni). Chivu, Mancini e Suazo acquistati in maniera corretta? Ma davvero? Vogliamo ricostruire i fatti? Mancini e la Roma non si sopportavano più, siete intervenuti voi e avete fatto un’offerta al giocatore, prontamente accettata senza peraltro turbare più di tanto la famiglia Sensi. Diciamo che questa può anche passare. Chivu era sotto contratto con la Roma, che non aveva alcuna intenzione di cederlo: società scavalcata, contatto diretto con il romeno che si impunta e chiede a gran voce di andare via. Il comportamento corretto è (anzi, sarebbe, vista la prassi): contattare prima la società, trovare un accordo con loro e poi contattare il calciatore. Non parliamo nemmeno del caso Suazo, già venduto al Milan da Cellino: se non è uno scippo questo… La Gea non è la Juve, noi non abbiamo nulla da difendere in relazione all’operato della famiglia Moggi nè il raccontare i fatti per come sono andati mi sembra “avere completamente anestetizzato il senso di lealtà sportiva…”.
Se poi il discorso ti sembra troppo qualunquistico e non ti piace dire “così fan tutte”, posso accontentarti subito e dire: così fa l’Inter.

chivu era in scadenza di contratto ed, al di là delle dichiarazioni di facciata “dovute” ai tifosi giallorossi, è stato un accordo che veniva assolutamente incontro alle volontà (sopratutto economiche) della società e del giocatore!!!
il resto sono chiacchere da bar…..
e per mancini vale lo stesso identico discorso…….(non credo sia il caso di ricordarti la situazione economica della a.s. roma……)
per il caso suazo ha fatto tutto, nell’ottica di monetizzare al massimo la cessione, il presidente cellino!…come puoi paragonarlo al furto di cannavaro????
cannavaro è stato letteralmente regalato perchè moratti si era rotto letteralmente i coglioni (quindi è stato costretto) di avere a che fare con un uomo di merda così…..(si fingeva malato anche se i dottori dicevano che non aveva nulla, giocava male apposta facendo errori pacchiani, ecc…)
moratti è un “signore” e se lo può permettere……
l’alternativa era comportarsi come un lotito qualsiasi ed inchiodarlo alla tribuna fino alla scadenza contrattuale…..
……
tu dici che la juve non è la gea ma purtroppo (per voi juventini…col senno di poi!) gli interessi erano coincidenti: per gudagnare di più i moggi avevano bisogno di una juve vincente, di poter infilare più juventini ed affiliati gea possibili nelle fila della nazionale (ti posso ricordare che Barone è un campione del mondo?…..ma chi cazzo è Barone????), ecc….
ma mi pare un ragionamento fin troppo ovvio per una persona intelligente come te che negarlo farebbe solo sorridere…….

Alla fine dei conti mi dai ragione su Cannavaro: vi eravate rotti le palle di tenerlo e non vedevate l’ora di mandarlo a fare in culo… Cannavaro è un uomo di merda, io l’ho sempre chiamato così e così lo considerano tutti gli juventini, non credo nemmeno che uno così avesse bisogno di imbeccate da parte di un altro uomo di merda per raggiungere i suoi scopi. Su Barone campione del mondo, una barzelletta, ti faccio solo presente che nel 1982 diventò campione del mondo un certo Giampiero Marini, interista, soprannominato “Pinna” per la delicatezza del piedino. Le squadre ai Mondiali sono composte da 23 giocatori, spesso ci capitano anche quelli che giocano bene una sola stagione in vita loro, come Barone. Del resto, dopo una grande stagione nel 1990 andò ai Mondiali anche il nostro Schillaci che divenne addirittura l’eroe, ma che successivamente non ha più visto nemmeno la porta, così come l’anno prossimo vedremo in Sudafrica un orrore come Palombo, e non venirmi a dire che ci sia sotto chissà cosa per portarlo in Nazionale. Mi sembra poi che tu faccia una gran confusione fra Juve, Gea e Nazionale come se fossero state tre cose coincidenti: in tal caso, involontariamente, stai facendo un gran complimento non solo alla Juve ma anche alla competenza calcistica di Moggi e dei suoi affiliati, visto che l’Italia diventò campione del mondo. E’ fin troppo evidente che Moggi utilizzasse le sue conoscenze per massimizzare i profitti, sia dal lato-Juve che dal lato-Gea, ma da qui a dire che noi vincevamo tanto  perchè grazie alla Gea ci arrivavano i giocatori migliori ce ne passa, primo perchè gente come Del Piero, Zambrotta, Buffon, Trezeguet, Nedved li avevamo prima ancora della nascita della Gea, secondo perchè giocatori forti targati Gea militavano in tutte le maggiori squadre della serie A (un esempio per tutti: Nesta al Milan, rivale numero uno della Juve fino a tre anni fa).

“Juve, Gea e Nazionale come se fossero state tre cose coincidenti: in tal caso, involontariamente, stai facendo un gran complimento non solo alla Juve ma anche alla competenza calcistica di Moggi e dei suoi affiliati, visto che l’Italia diventò campione del mondo.”

la competenza calcistica del ferroviere credo sia fuori discussione; sono e restano i metodi (mafiosi) in totale conflitto con il concetto di sportività il vostro problema!…concetto quest’ultimo che, parlando appunto di sport, risulta essere piuttosto determinante!!!….non credi?
e cmq la gea è solo il naturale frutto nato dall’albero della corruzione impiantato da moggi (ma non solo….e lo sappiamo bene!) addirittura prima di arrivare alla juve….
il fatto che la gea (comandata, come è emerso, dal vostro direttore generale tramite il figlio!) controllasse 1/3 dei giocatori mi pare evidentemente un’aggravante….simpatico (come direbbe moratti!) il fatto che ne parli come se significasse il contrario….

ps: a me palombo invece piace, certo non è un giocatore molto eclettico e quindi rende bene solo se lo fai giocare nel suo ruolo…..(magari spiegaglielo tu all’amico lippi…)

Quasi a intromettermi in quest’interessante disquisizione sul “moggismo”: a parte che trovo fuori luogo paragonare la convocazione dello sconosciuto Barone con il titolo di campione del mondo di Giampiero Marini, grande centrocampista di quegli anni, concreto e umile, titolare finchè non perse il posto col compagno di squadra Oriali e forse più degno della maglia di titolare di quel talentuoso e discontinuo Antognoni, sarebbe stato più consono paragonare il caso Barone con quello di Causio del 1982, giocatore ormai finito ma convocato per senso di gratitudine da un Bearzot super affezionato ai colori bianconeri, altrimenti come si spiega la non convocazione del meritevole Beccalossi dell’82, mai provato nemmeno in amichevole e per constatare se facesse gruppo o no?
In quanto ai campioni del mondo del 2006, perchè considerare anche i finalisti della Francia? Intanto i galletti non hanno vinto, e potevano anche non arrivare in finale: penso che squadre per es. come Brasile e Argentina, piene di milanisti e interisti avrebbe potuto benissimo sostituire la Francia, e allora non essendoci arrivati i loro fuoriclasse diventano per forza meno “importanti” dei Trezeguet (che sbaglia il rigore decisivo!), dei Zidane (che si fa cacciare lasciandoli in 10!), ecc.? E poi, se Lippi, il cui figlio era con la Gea e i Moggi, da ex-juventino preferiva i bianconeri agli altri, è pure colpa nostra? Abbiamo di recente visto come attua le sue convocazioni: Cannavaro sì, Materazzi no, Iaquinta sì, Pazzini no, Camoranesi sì, Cassano no, e via dicendo.
Basta con questa mistificazione di Lippi e dei campionati del 2006. Ricordiamoci di avere avuto un bel po’ di fortuna, a non aver incontrato sudamericani, ad aver superato l’Australia con un rigore quasi-inventato allo scadere, ad aver battuto i padroni di casa ai supplementari ancora allo scadere, ed anche ad aver vinto in finale ai rigori, tra l’altro da quasi-assenti per tutta la ripresa ed i supplementari.
Per quanto riguarda i titoli europei delle squadre di club, è innegabile che con il berlusconismo il Milan ha fatto passi enormi in bacheca, ma la Juve ha vinto la sua 1^ Coppa Campioni negli anni ottanta, e poi ha partecipato (anche il Milan, vincendo) per cinque anni senza la concorrenza di tutte le squadre inglesi squalificate per i fatti dell’Heisel, mentre l’Inter “doveva” accontentarsi delle Coppe Uefa. Non capisco poi perchè denigrare queste ultime vittorie, quando vi partecipavano le seconde e terze dei campionati, tanto quanto le attuali C.League, per cui il connubio partecipazioni-vittorie che si fa riferito solo alla C.L. mi lascia perplesso, anche perchè coincide con il moggismo e l’accaparramento dei migliori (sopratutto italiani) sulla piazza.
Poi per vincere la grande Coppa ci vuole anche quel po’ di fortuna che è naturale ci sia, ed in ogni caso mi sembra che la Juve ne abbia in totale quanto l’Inter, quindi non vedo dove stia il miracolo bianconero rispetto al fallimento europeo dei nerazzurri: in quanto alla fortuna, venire eliminati ad un passo dalla finale da un complessivo 1-1 dal Milan, 2-2 dal Villareal, 2-2 dal Valencia (sempre per il requisito del conteggio del gol fuori casa), da arbitraggi scandalosi subiti sia col Milan che con il Liverpool, ed infine dal 2-0 del finalista Manchester U. con due pali in trasferta che se non fossero usciti avrebbero mandato a casa gli inglesi campioni in carica, non penso proprio possa dirsi che l’Inter ne abbia avuta in quest’ultimo decennio. Staremo a vedere come si concluderà questo primo decennio degli anni 2000, sinceramente non credo che possano a breve essere vincenti in Europa (e con la Nazionale!) Juve e Milan: anche Lippi, si dia una regolata e peschi dall’under 21 e da quei giocatori che ha già fatto esordire e che sono più svegli di Pirlo, Camoranesi, Zambrotta, Toni, Iaquinta, Cannavaro, i fallosi Chiellini e Legrottaglie (perchè non provare altri difensori meno sponsorizzati?), ecc.

Aspetta un attimo, forse non mi sono spiegato bene su una cosa oppure diciamo la stessa cosa e non ci capiamo: il fatto che 1/3 dei calciatori di serie A fosse controllato dalla Gea è un’aggravante per Moggi, non per la Juve. Io sono juventino, tifo per la maglietta, dei calciatori già m’interessa relativamente, figurati dei ferrovieri! La Gea controllava tantissimi calciatori, anche fortissimi, tesserati per squadre diverse dalla Juve, ciò sta a significare che la Gea non era uno strumento bianconero per accaparrarsi i calciatori migliori ma una macchina arraffasoldi in mano ai Moggi. Ad ogni buon conto, come era facile prevedere, al processo sulla Gea i Moggi sono stati prosciolti dall’accusa principale (associazione a delinquere) ma condannati “solo” per violenza privata nei confronti di Blasi, mi pare, che si è pure messo nei guai da solo per testimonianze contraddittorie. L’albero della corruzione, alla prova dei fatti, rimane solo una tua e mia supposizione perchè non vi erano nè potevano esserci circostanze di colpevolezza provate dalla piena evidenza dei fatti. Allo stesso modo finirà il processo su Calciopoli, non si è trovata una prova effettiva da presentare al giudice ordinario, se poi anche Gazzoni e Paparesta si mettono a ritrattare…. Alla fine la parte realmente danneggiata è la Juve: curioso il fatto che tu, in un primo momento, mi dai ragione quando affermo che non avevamo bisogno delle telefonate per vincere e proponi di aprire un’Inter club dedicato a Moggi; successivamente ricominci a parlare di un sistema di corruzioni che avrebbe dato benefici enormi e decisivi alla Juve. A proposito, visto che adesso il calcio italiano è tutto pulito e perfetto, “toda gioia, toda beleza…” come spieghi il ritorno del capostazione dopo nemmeno tre anni? E’ il vecchio che avanza o è il vecchio che non se n’è mai andato (semmai, ha cambiato nome)? Non penserai mica che Cobolli e Blanc siano stati in grado di ricostruire la macchina dei tempi che furono…

ehh no juve 1967….
è un aggravante per moggi che si riflette evidentemente sulla juve…..o tu riesci/puoi  scindere i successi di moggi da quelli della juve???……
io da sempre ammetto che ci saremmo meritati due scudetti in più (99 e 2002) e che negli altri anni non eravamo noi i più forti……tutto questo ovviamente non può prescindere dal fatto che voi grazie alle malefatte di moggi potevate godere di campionati in discesa e di mercati favorevoli (sia in entrata che in uscita grazie alla GEA) anche quando eravate i più forti…..e questo picoolo o grande aiuto a seconda del bisogno nel periodo purtorppo abbatte completamente lo spirito di lealtà sportiva che prevede che tutti partano alla pari……
di certo i 6 campionati vinti (ma sarebbe meglio dire “spartiti”!) nei 12 anni moggiani non li meritavate tutti….ma se non ci fosse stata moggiopoli ci sarebbe cmq stata gallianopoli (in rappresentanza del potere del berlusca) o carraropoli (in rappresentanza del potere forte di roma)….di sicuro morattopoli non sarebbe cmq mai esistita!
…(spero di averti chiarito in poche parole il mio pensiero..)

il sistema evidentemente non si è mai fermato, fatto fuori (anche se ahimè solo apparentemente) il capro espiatorio moggi sono rimasti tutti gli altri, galliani e carraro in primis…..
….questa è l’italietta di oggi….e purtroppo le cronache recenti avvalorano la tesi che…non ci sia luce in fondo al tunnel!!!!

Questa me la segno: morattopoli non sarebbe mai esistita (ne deduco, non esiste neanche ora), hanno fatto fuori il capro espiatorio Moggi ma gli altri poteri forti sono rimasti… e vince solo l’Inter? Dici pure che non c’è luce in fondo al tunnel, quindi in un certo senso è come se stessi mettendo in discussione gli “scudetti dell’onestà” a cui inneggia il denti gialli, perchè non puoi affermare che il sistema è corrotto alla radice ma l’apice, il frutto, l’Inter campione d’Italia è sano, o sbaglio? Se non ti annoia, spiegami meglio questo perchè stai arrivando a dire cose più “negazioniste” dei siti dei talebani di Moggi.

Oh-oh, Giovanni, non avevo letto il tuo intervento. Ci sono paragoni a dir poco sorprendenti: Barone non come Marini ma come Franco Causio, campione autentico per anni colonna portante della Nazionale, tu che hai quasi cinquant’anni dovresti ricordare meglio di me che razza di ala destra era: giocasse oggi, varrebbe 50 milioni di euro. Parli di Beccalossi, mezzala geniale ma discontinua mandata allegramente a cagare dal presidente Pellegrini nel 1983, quando fu donato alla Samp, ma dimentichi di citare Pruzzo, che faceva montagne di gol, a cui veniva preferito un attaccante che non vedeva quasi mai la porta come Graziani, antijuventino. Sulla Confederations dici: Iaquinta e Camo sì, Pazzini e Cassano no, ma sarebbe più corretto chiedersi il perchè di un Toni o di un Pepe, non ti pare? Ai mondiali del 2006 in campo con la Francia c’erano altri tre juventini dell’epoca, senza contare che tutta la squadra era letteralmente aggrappata a Zidane, fino a prova contraria creatura nostra: poteva anche esserci il Brasile, certo, ma si dà il caso che hanno perso proprio con la Francia… L’impressione che mi date voi interisti, da tre anni, è che il Mondiale di Germania sia stato per voi una grande sofferenza perchè non vi andava giù tutto quel bianconero arrivato fino in fondo al torneo: eppure, a me non risulta che qualche tifoso juventino si sia strappato i capelli quando Materazzi ha pareggiato contro i francesi…
Sulle Coppe europee le cose non sono andate proprio come dici tu, perchè noi abbiamo vissuti i nostri anni migliori sempre quando c’erano le inglesi, regolarmente affrontate ed eliminate (il Manchester ci ha fatto fuori la prima volta nel 1999, quando eravamo alla fine di un ciclo), mentre il Milan non è che abbia vinto a colpi di decreto-legge berlusconiano, ma perchè riuscì a mettere insieme tali e tanti campioni che nessuno poteva batterlo. Voi siete usciti per i gol segnati in trasferta o perchè avete preso due pali a Manchester, ma la differenza fra quelle squadre vincenti e la vostra è che quelle vincevano dalla prima all’ultima partita, questa Inter riesce solo a pareggiare. La tua visione della realtà, permettimi, è quanto meno originale: i meriti degli altri sono mistificati, ciò che è colorato di nerazzurro è bellissimo e meritava ben altro. Con qusti presupposti mi sembra il minimo che tu giunga ad affermare che noi dovremmo avere 14 scudetti al massimo e voi almeno 22…

Come al solito i juventini vedono quello che vogliono sia visto e stravolgono la realtà: in quel mondiale 1982 Beccalossi sarebbe stato più che mai legittimamente da convocare, anche per non giocare mai, perchè era stato da almeno due anni il miglior giocatore italiano, eppure non chiamato nemmeno in amichevole (un tal Marocchino invece sì !) per l’ostracismo del gruppo bianconero e di quel testone di Bearzot.
Paragonare un gran mediano come Marini a tal Barone non l’ho fatto io: che cosa c’entra la carriera di Causio col Causio del mondiale ’82 che fu schierato pochi minuti tanto per far numero? E a proposito del Causio grande ala, dimentichi che allo stesso livello di quel gruppo bianconero c’erano i magnifici giocatori del Torino di Radice che lottava ogni anno fianco a fianco con la Juve: nel mondiale ’78, se Bearzot non si fosse intestardito coi titolari, facendo pure giocare elementi di pari livello quali i Claudio Sala, Patrizio Sala ecc., probabilmente non avremmo fatto le figuracce delle ultime due partite contro Olanda e Brasile! Graziani era un gran lottatore, mentre Pruzzo in nazionale ha collezionato solo figuracce, e te lo dice uno che potrebbe avere interesse a parlar meglio di Altobelli che in quel 1982 si contendeva il posto con il torinista Graziani.
Per quanto riguarda Toni, era implicito che se si chiede di ringiovanire, per Toni o anche per Matrix non ci sia posto, mentre meno male che nel 2° tempo contro il Brasile c’era quel Pepe che tu non vedi in nazionale, almeno ha fatto qualche sgroppata e qualche cross…
Mi sembra poi che siano proprio gli altri a denigrare il capocannoniere del 2006 Materazzi (insieme a Toni) nel non far altro che rimembrare ai posteri i colori bianconeri di quella finale, in ultimo con la buffonata di dare il pallone d’oro a Cannavaro solo perchè imbeccò le gare del mondiale, non per altro (allora, lo stesso Materazzi che non sbagliò una gara, un intervento, che segnò i gol decisivi, e che di testa liberava sempre la nostra area, avrebbe dovuto vincere il pallone d’oro? La sua assenza si fece notare subito, appena finito il mondiale, per es. con la figuraccia dei nostri difensori nella sconfitta di Francia, in primis Buffon e Cannavaro!).
Sui decreti-legge berlusconiani dico: vatti a rileggere gli interventi di HU-HA sui metodi mafiosi e sui conflitti di Galliani, non ho certo negato la bacheca del Milan , raggiunta grazie agli investimenti del suo padrone (quando spende Moratti tutti a criticare, se spendevano gli Agnelli o il Berlusca è tutto ok?), mentre l’ostracismo quinquennale alle squadre inglesi è innegabile, come i vantaggi così goduti nelle partecipazioni in C.C. da Juve e Milan: figuriamoci se ne avesse usufruito l’Inter, si parlerebbe di C.C. di cartone!!!!!

Guarda, Materazzi non lo sopporto da quando si seppe che a Perugia festeggiò per lo scudetto che avevamo perso, ma che abbia giocato un gran Mondiale in Germania è innegabile, anche se fece comunque la sua solita cazzata, quella di prendere il rosso con l’Australia. Personalmente il Pallone d’Oro lo avrei dato a Buffon, anche nel caso in cui Cannavaro fosse rimasto con noi in B. Il paragone Marini-Barone l’ho fatto io, tu, se mi permetti, hai proprio bestemmiato perchè hai paragonato Barone a Causio, un grandissimo. A parte questo, ti ricordo che nel 1982 Causio era all’Udinese, aveva giocato un buonissimo campionato ed era l’unica alternativa credibile all’immenso Bruno Conti. Sulla testardaggine di Bearzot in Argentina e sulla forza del Torino dell’epoca condivido, c’erano ottimi rincalzi che avrebbero potuto far respirare i titolari e farci giungere fino in fondo a quel Mondiale; sulla reale bravura di Graziani, soprattutto dopo che ha lasciato il Torino, ho sempre i miei dubbi, era un attaccante che non vedeva mai la porta. Beccalossi e Pruzzo potevano essere i due grandi errori di Bearzot ma vinse il Mondiale, che gli vuoi dire?
Sulle vittorie dei club: ribadisco che la Juve ha vinto in Europa sempre quando c’erano le inglesi, nel quinquennio 1986-1990 la Coppa dei Campioni l’abbiamo vista in tv, abbiamo vinto la Uefa nel 1990 quando la superiorità delle squadre italiane sul resto del mondo era un fatto acclarato. Il Milan, secondo me, era troppo più forte di tutti per temere un eventuale Liverpool o Manchester. Le critiche sulle spese di Moratti sono giunte (in passato, ora non più) perchè comprava proprio a vanvera, cioè non prendeva dei fuoriclasse con cui non poteva vincere solo per le telefonate, ma mezzi giocatori che lasciavano l’Inter e poi sparivano nel nulla. Nel decennio pre-Calciopoli hanno fatto eccezione a questa regola Roberto Carlos e Adrian Mutu, poi tutti giocatori scomparsi o quasi (i turchi, Van der Meyde, i ragazzini argentini, Vampeta, l’amatissimo Gresko…). Il Milan ha speso tanto ma ha pure vinto tantissimo: infatti, quando quest’anno ha comprato le “figurine” (Sheva e Ronie) sono piovute critiche a non finire perchè non è mai stato in lotta per nulla, tranne che nelle menti bacate di alcuni giornalisti che pretendevano che i rossoneri potessero recuperare 8500 punti in due partite. Quanto alla Juve, Platini fu preso per un tozzo di pane (ricordi come disse l’Avvocato?), Del Piero fu prelevato che aveva appena lasciato il biberon, Zidane preso per quattro soldi, Inzaghi con i soldi della cessione di Vieri (e ha fatto tanti gol per 4 anni), poi con i 200 miliardi delle cessioni di Zidane e Inzaghi abbiamo preso Buffon, Thuram e Nedved (4 scudetti e una finale di Champions in 5 anni). Difficilmente abbiamo fatto il passo più lungo della gamba e questi mi sembrano fatti oggettivi, non visioni a senso unico di avvenimenti passati.

Dimenticavo: la cllassifica rigori del link postato da me in precedenza ( quello di wikipedia… ) è aggiornata all’anno 2006. Cioè nel periodo del ” Moggismo ”
Mancano quindi gli anni dal 2007 in poi, quelli cioè in cui l’INTER, ” INSPIEGABILMENTE ” ha cominciato a mietere allori ( almeno in Italia…. )
Sarebbe interessante vederne una aggiornata a OGGI….

Rispondi a Gianluca Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*