La verità sul passaggio di Pirlo al Milan, dicesi prostituzione intellettuale!

Cercando in rete di trovano solo leggende metropolitane sul passaggio di Andrea Pirlo al Milan, fantomatici scambi con Helveg, Guly, Brncic ecc.. ecc…d’accordo, l’Inter ha lasciato partire prematuramente un giovane di belle speranze nella sponda sbagliata del Naviglio, ma le cose stanno diversamente.

Per quanto riguarda l’affare Seedorf, vero, lo abbiamo scambiato con Coco e ci abbiamol rimesso l’osso del collo, ma il discorso Pirlo è diverso.

Provate a cercare on line e una serie infinita di bugie sarà il vostro risultato, poi provate a cercare le notizie ufficiali di quella cessione (non fu uno scambio) e troverete la verità che anche i media come Sky continuano a sostenere, soprattutto ora dopo lo scambio Pazzini Cassano, tanto per non rimanere in dietro i media devono mandare qualche frecciatina all’Inter

Vi riassumo cosa accadde.

Andrea Pirlo , giovane di belle speranze, venne acquistato dall’Inter alla veneranda età di 19 anni, da li’ poche apparizioni in maglia nerazzurra e i prestiti al Brescia e Reggina, a Brescia gioco’ anche con un certo Roberto Baggio.

Pirlo torna alla base, dove anche col genio del calcio Lippi, non trova il suo spazio, tanto che nell’anno 2001 l’Inter decide di cederlo:

Il Milan versa all’Inter una somma pari a 35 Miliardi delle vecchie lire, cifra all’epoca non stratosferica ma comunque importante, + Brncic che non ricordo nemmeno averlo mai visto passare in maglia nerazzurra.

Leggenda numero uno:
Pirlo non è stato regalato o scambiato con Guly ma pagato dal Milan, l’Inter lo ha preso a due soldi e lo ha venduto a 35 miliardi, il Milan lo ha pagato 35 miliardi e lo ha regalato alla Juventus a zero.

Se Andrea Pirlo ha fatto le fortune del Milan, lo deve un po’ anche alla Fiorentina, nello stesso anno infatti, Pirlo è stato offerto alla viola con un pacco di soldi (50 miliardi) alla Fiorentina per avere in cambio Rui Costa, ma la Fiorentina rifiutò.

Lo stesso Pirlo non giocava inizialmente nel Milan fino a quando uno ad uno non si ruppero tutti gli interditori di centrocampo del Milan che obbligò Ancelotti a provare Pirlo davanti alla difesa, il resto della storia la conosciamo tutti.

Quello che non conosciamo sono le verità, e non vedo perchè i media devono ostinarsi a raccontarci bugie.

In quegli anni si fecero parecchi scambi tra le società rivali di Milano sempre per questioni di plusvalenze scambi sempre di secondo livello, l’unico che fu per noi deleterio fu proprio Coco – Seedorf.

Su sky oltre alle continue menzogne mi son dovuto pure sentir dire di Simic che fu un affare per il Milan e anche i vari Ronaldo Vieri e Ibrahimovic, i primi due arrivati a fine carriera a svernare, Ronaldo con una panza in stile Bud Spencer, Vieri che non segno’ nemmeno a porta vuota, e udite udite Ibrahimovic… lo stesso giocatore che a detta di tutti è stato l’affare di mercato migliore della storia del calcio (per i pochi che non lo sapessero andò a Barcellona in cambio di 50 Milioni di Euro + un certo Samuel Eto’o)

Diffidate dei giornalai assoldati, sono gli stessi stanno chiedendo in giro se gli scudetti della Juve sono 28 o 30.

 

 

Filed Under: ControinformazioneFeaturedIl PuntoLeggende MetropolitaneProstituzione Intellettuale

About the Author:

RSSCommenti (19)

Lascia un commento | Trackback URL

  1. moggi scrive:

    beh, l’ultima domanda è inutile SONO 30!
    PRESCRITTI

    • iosonointerista.com scrive:

      moggino il prossimo articolo affronteremo meglio un altra leggenda metropolitana, cioe’ cosa significa essere prescritto e chi è veramente prescritto

    • vittorio scrive:

      PRESCRITTI lo sono anche i gobbi…ricordate la prescrizione sul doping ? o quella non conta…?

    • vittorio scrive:

      PRESCRITTI ANCHE VOI RIDICOLI

    • NerazZorro scrive:

      Prescritti siete voi iuventini, gli unici, i veri prescritti siete voi. Doppiamente PRESCRITTI.

      Perché per essere prescritti serve una sentenza di tribunale che lo dica e per voi ce ne sono ben DUE: la prima volta per DOPING e la seconda per ASSOCIAZIONE A DELINQUERE FINALIZZATA ALLA FRODE SPORTIVA.

      L’Inter NON è MAI stata prescritta perché per essere prescritti serve prima essere processati e l’Inter non è MAI stata neppure indagata!

      Sei talmente ignorante che sono sicuro che se ti imbatti in una saponetta la mangi.

  2. joelson scrive:

    no no, sono 29:

    28 di A …
    … e uno di B.

    retroCESSI

    • Anonimo scrive:

      AHAHAHAHAHAH MA CHI HA INVENTATO LA STORIA DEI 35 MILIARDI?! INFORMATEVI PRIMA DI DIR CAZZATE…. IL MILAN L HA PAGATO NEANCHE UN TERZO DI QUEI 35 E SOLO BRNCIC ERA VALUTATO 9.

      L’INTER NON E’ MAI STATA A LIVELLO DEL MILAN NEL MERCATO, BISOGNA AMMETTERLO.

  3. Indio Cileno scrive:

    Rimane il fatto che l’Inter ha comunque sbagliato a cederlo.
    Io fra l’altro lessi non so dove che si parlava di cifre attorno ai 50 miliardi.

  4. roby scrive:

    Direi 28…e di questi parecchi poco puliti…

  5. BARTOLO scrive:

    confermo, sono 30!

  6. peterfalco scrive:

    non sono 30 , sono 31 con la serie B del 2007 e tutti conquistati da ladri, dopati e prescritti

  7. Indio Cileno scrive:

    L’articolo riguardava la cessione di Pirlo perchè soffermarsi su alre questioni?

  8. Marco scrive:

    e udite udite Ibrahimovic… lo stesso giocatore che a detta di tutti è stato l’affare di mercato migliore della storia del calcio (per i pochi che non lo sapessero andò a Barcellona in cambio di 50 Milioni di Euro + un certo Samuel Eto’o). e cosa centra? non puoi dire che il Milan non ha fatto l affare con il barca.

    poi 35 per pirlo anche all’epoca erano pochi(lo stesso anno il Parma comprò Nakata per 60 miliardi..). Pirlo era già nel giro della nazionale, ma il figo era Ventola.. LOL

    Meglio pagare un anno prima 35 per Farinos? O forse meglio spendere 30 per Vampeta? Grandi colpi

    Ti credo che la Fiorenti ha rifiutato 50 miliardi visto che si stava accordando con il Milan per 80 miliardi.

  9. Ale scrive:

    per la partenza di Pirlo e Seedorf dobbiamo ringraziare il sig. Lippi arrivato all’inter per distruggerlo.

  10. vins scrive:

    minchia ma siete scandalosi. ma davvero pensate quello che avete scritto?

  11. gianvittorio scrive:

    Per precisione: è vero che inizialmente Pirlo non giocava nel Milan, ma solo perchè gli veniva preferito Rui Costa dietro le punte. Allora Pirlo andò da Ancelotti, allora allenatore, e gli disse che sentiva di poter fare il regista. Ancelotti condivise l’idea e da lì decollò la carriera di Pirlo… Nessuna moria di interdittori, dunque…
    E succederà la stessa cosa con Kovacic: un regista stellare!
    Interista doc

    • fidelis scrive:

      altra cosa non vera il fatto che sia stato Ancelotti ad inventarlo regista…fu Carletto Mazzone a Brescia a ritagliargli quel ruolo perchè come numero 10 aveva davanti un certo Baggio….Ancelotti gli chiese solo se se la sentisse di farlo anche nel bbilan….

Lascia un commento

*